Fiumicino, come passare i controlli con un vibratore

“E’ una bomba? No, non è una bomba, è un vibratore“.

E’ questa la scena che immaginate andando in aeroporto a Roma Fiumicino. State viaggiando con il vostro compagno di giochi, e volete evitare occhi indiscreti che guardano frugare nella vostra valigia in cerca di una bomba, un addetto alla sicurezza sta per trovarsi in mano un sexy toys da 30 cm, cosa fare?

Segui i nostri consigli …

Oggi vi diamo qualche consiglio su come superare i controlli con un vibratore nell’aeroporto di Roma Fiumicino.

Se la vostra compagna nelle serate bollenti non può fare a meno di portarsi il suo vibratore in vacanza, come passare i controlli all’aeroporto di Fiumicino senza fare una figuraccia?

Se l’idea di lasciarlo a casa e perdere l’occasione di rendere ancora più piccante una serata sexy per paura di non passasse i controlli dell’aeroporto, continua a leggere e otterrai dei suggerimenti utili.

Portare in aereo un vibratore

Portare con se in aeroporto un vibratore può creare ansia e le implicazioni di essere scoperti possono portare imbarazzo. Immaginate la scena, un addetto aeroportuale blocca la vostra valigia e vi chiede di aprirla e voi tirate fuori un fallo da 30 cm nero e grosso :-D.

Questa esperienza è difficile da vivere, ovviamente nessuno vi arresterà per eccesso di dimensioni falliche, ma di sicuro è una esperienza che volete evitare. Per sopravvivere all’ansia di portare con se un vibratore e farlo passare ai controlli di un aeroporto come Roma Fiumicino vi diamo dei semplici consigli per evitare che accada l’irreparabile.

Volete portare il vostro vibratore in vacanza con voi? segui i nostri consigli

La prima cosa da capire è come trasportarlo se nella valigia che porterete in stiva o con voi a mano. Per prima cosa andiamo a informarci sulle regole che la compagnia aerea si è data, e vedere se è contemplato il nostro amico di serate piccanti. Se il vibratore non è inserito fra gli oggetti da portare a mano o in stiva, possiamo interpellare anche il comportamento di altre compagnie aeree o addirittura se proprio vogliamo toglierci ogni dubbio, chiamare l’aeroporto di Fiumicino e sentire i loro suggerimenti.

In generale vi diciamo che i vibratori non sono vietati né nel bagaglio a mano né nel bagaglio che porterete in stiva. Quello a cui dovete fare attenzione sono le dimensioni. Molti aeroporti compreso quello di Roma Fiumicino non permettono l’ingresso di oggetti con dimensioni superiori ai 20 cm.

“Se l’idea era quella di portare un vibratore nero di 30 cm, mi dispiace per voi ma dovete ridimensionare il vostro sexy toys.”

Inoltre, nella scelta tra stiva e bagaglio a mano è preferibile la stiva e togliere le batterie per evitare che sia bloccato e rimanga all’aeroporto di partenza.

Renderlo riconoscibile

Per evitare che il nostro vibratore venga scoperto, l’ideale è quella di renderlo facilmente riconoscibile. A questo punto le strade sono due, o l’addetto alla sicurezza sa di cosa stiamo parlando e riconosciuto il fatto e della non pericolosità dell’oggetto, lo lascia passare. Se l’addetto alla sicurezza invece non ha capito di cosa si tratta, sarà più semplice e discreto l’accesso alla valigia e forse si eviterà un accanimento che porterà ad essere puntati da occhi indiscreti di altri viaggiatori.

“La cosa migliore è utilizzare la confezione originale o utilizzare una sacchetta esclusiva per il nostro amico di viaggio.”

Essere onesti è il miglior approccio

Se venite scoperti, onde evitare domande del tipo:

“E’ una bomba? No, non è una bomba, è un vibratore.“

E’ meglio vuotare immediatamente il sacco, il fatto di essere sinceri ed affrontare direttamente un addetto alla sicurezza dichiarando immediatamente cosa state trasportando è un dato di fatto rilevato da un metal detector.

Siete stati scoperti, e il vostro giocattolo ora è su di un monitor, e loro non sanno di cosa si tratta. Niente può evitare la fatidica domanda e quando l’addetto vi chiederà cosa avete nella valigia, dire la verità eviterà ulteriori approfondimenti che potenzialmente potrebbero aumentare esponenzialmente l’imbarazzo.

“Non mentite quando siete stati scoperti con in ‘FALLO’, la sincerità è la soluzione migliore alla possibilità di tirare fuori dalla valigia il vostro giocattolo e dichiararlo non solo all’addetto alla sicurezza, ma a un aeroporto intero.”

Girare intorno al vostro ‘FALLO’ porterà solo ad altre domande, sorridete e dite:

“E’ il mio vibratore, non lo lascio mai a casa da solo.”

Essere diretti e simpatici può farvi uscire da quella situazione imbarazzante magari, anche con un sorriso.

E se il mio vibratore fosse fermato all’aeroporto di Fiumicino?

E’ una domanda legittima, perdere il nostro compagno di sesso, avventure e viaggio nonché di serate a da bollino rosso, potrebbe in un certo qual modo portarci a rovinare l’idea del nostro viaggio ideale.

Allora se non siete certi di passare i controlli, non portate con voi il nostro unico amico di giochi, è preferibile comprarne uno nuovo a cui magari tenete meno.

About the author

Tinkers2121s

View all posts