Organizzare un’orgia

Con l’articolo di oggi vogliamo darvi qualche semplice consiglio per organizzare una festa sfrenata a sfondo sessuale.

Il termine Orgia

E’ un’azione collettiva dove una moltitudine di persone, maschi e femmine, eterosessuale o omosessuale si fondono tra di loro con molteplici orgasmi. La durata di un’orgia è variabile ed è inserita in un contesto di eccitazione che, anche se non può durare molto, è caratterizzata da un tempo permanentemente eccitante.

“Le orge piacciono a tutti, possiamo definirla una forma di espressione o anche come una performance.”

A chi non piace organizzare un’orgia

A chi non piacerebbe partecipare a un’orgia, ma vediamo come si organizzano queste feste con tema il “sesso”. Chiunque di noi può organizzare un’orgia o prendervi parte.

Il sesso è uno strumento con cui dialogare con le persone che conosciamo o meno, e il sesso estremo è la maniera migliore per esprimerlo. C’è chi pensa che fare o partecipare a un’orgia sia qualcosa di sporco, ma noi non ci troviamo niente di male, anzi pensiamo che sia un modo diverso di dialogare e farci conoscere.

Possiamo definire le orge come una festa e dietro all’organizzazione di una festa c’è sempre qualcuno chi l’ha organizzata, una persona o più persone che hanno avuto il cui compito di trovare il giusto equilibrio tra i partecipanti in modo che una festa non si trasformi in qualcosa che possa degenerare nello squallido.

Cosa portare in un’orgia

I partecipanti possono portare da casa preservativi e sex toys, la droga è vietata, mentre l’alcol può scorrere a fiumi.

Se vi state chiedendo quanti preservativi portare, la risposta è almeno un pacchetto da 10. C’è anche musica durante un’orgia del tipo Caffè de Mar e Budda Bar. I partecipanti sono chiamati a presentarsi dalle 19. Non tutti si conoscono, ma la regola vuole che non ci siano contatti al di fuori della festa.

Cosa si può fare e cosa non si può fare in un’orgia

All’ingresso del locale dove si svolgerà l’orgia vengono consegnati dei braccialetti di colori diversi a seconda dei ruoli che le persone vogliono tenere.

  • Blu bisessualità.
  • Rosso voyeur.
  • Nero etero.
  • Rosa omosessuale.
  • Verde solo in coppia.
  • Arancio Bondage.
  • Giallo feticista.

In genere un’orgia si inizia toccandosi, poi il sesso orale per poi passare la sesso vero o estremo.

Come si inizia a frequentare questa feste

Si inizia dalle spiagge per nudisti, un contesto dove tutto è possibile. Quando si richiede la partecipazione ad un’orgia occorre inviare una foto. Come in tutte le feste il successo di un’orgia dipende dalle persone, e tanto queste persone sono belle e a modo, tanto più l’orgia sarà un successo.

Mediamente la partecipazione a un’orgia è di circa 30 persone tra ragazze e ragazzi. Ovviamente il rapporto deve essere bilanciato e non conta tanto o status sociale delle persone che partecipano a queste festa quanto la loro apertura mentale e la capacità di capire le situazioni senza cadere nello squallido o nel violento.

Le regole per affrontare un’orgia di gruppo

L’orgia è un’esperienza molto intensa, e non per tutti. Le emozioni che dovete lasciare a casa se volete partecipare a un’orgia è l’imbarazzo e la voglia di essere romantici.

Se state pensando che l’orgia sia qualcosa di esclusivo che si può vivere solo in un film vi sbagliate di grosso. La cultura di inebriarsi con tanti corpi fondendo le emozioni con gruppi di persone si sta diffondendo più di quanto possiate immaginare, per diventare al giorno d’oggi quasi una moda. Per affrontare al meglio questa meravigliosa esperienza occorre tenere presenti alcuni consigli o regole se vogliamo chiamarle anche così, capaci di rendere questa esperienza unica ed eccitante.

Non essere timidi.

Essere altruisti, non trascurate nessuno tutti devono godere e raggiungere l’orgasmo almeno una volta.

Non dovete avere una preferenze per nessuno dei partecipanti.

Lasciatevi guardare, in un’orgia la parte di vojerismo è indispensabile per l’eccitamento.

Essere rilassati e spontanei perché non state facendo nulla di male.

Non essere romantici, non è il luogo adatto.

Cambiate locale spesso, altrimenti diventerebbe un’abitudine.

Partecipare a un’orgia è un’esperienza sessuale molto intensa ed è il caso di presentarsi puliti e lavati.

Non dovete preoccuparvi dei pregiudizi. Partecipare a un’orgia non è un’esperienza consigliabile a tutti, perché per molti è ancora considerato una perversione.

Accettare di essere dominatore o sottomesso, inevitabilmente in un’orgia si vengono a creare molteplici rapporti che nella maggioranza delle volte portano a gioco di ruolo.

Se partecipate a un’orgia con la vostra compagna o moglie lasciate a casa la gelosia, non è il posto adatto per quel genere di sentimento.

Parlate durante il sesso sarà molto eccitante.

About the author

Tinkers2121s

View all posts