Orgasmo vaginale, come averlo

Oggi vi parleremo dell’orgasmo vaginale, molti pensano sia una completa invenzione, altre invece lo ritengono il metodo più appagante in assoluto per provare piacere, sono stati fatti moltissimi dibattiti a riguardo, sono state effettuate anche moltissime ricerche e studi ma ancora oggi non vi è stata fatta molta chiarezza.

Mettiamo da parte la teoria che avvalora il fatto che l’orgasmo di per se sia riconducibile esclusivamente alla stimolazione del clitoride, secondo studi fatti anche la stimolazione vaginale può far arrivare all’orgasmo.

Tanto per cominciare vi diciamo che l’orgasmo vaginale si ha quando viene stimolato l’interno della vagina attraverso il tanto conosciuto e ricercato “Puno G”, quindi questo si può raggiungere soltanto attraverso la penetrazione, sarebbe la vera e propria frizione del punto G.

Il punto G consiste in una piccolissima protuberanza che è situata all’interno della vagina, nella parte anteriore ad una distanza di circa cinque centimetri dalle labbra e tutte le donne lo hanno.

Non è facile individuarlo, per prima cosa bisogna rilassarsi e sdraiarsi a pancia in su, dovrete andare ad inserire due dita all’interno della vagina e piegarle verso un lato cercando di toccare le pareti interne, ad un certo punto sentirete una parte rugosa e tondeggiante.

Riuscire a trovarlo non significa soltanto che conoscerete meglio il vostro corpo ma vorrà dire che avrete trovato un punto che fa provare un immenso piacere alle donne.

Le differenze fra l’orgasmo clitorideo e quello vaginale sono che quest’ultimo è più difficile da raggiungere e dipende totalmente dalla sensibilità della donna, ecco perché molte donne sono principalmente clitoridee, ovvero che raggiungono l’orgasmo solo ed esclusivamente attraverso la stimolazione dell’organo o pene femminile (diciamo così).

Comunque dobbiamo dire che per raggiungere l’orgasmo vaginale bisogna essere dotati di una certa esperienza perché ci vuole tempo per trovare il così detto Punto G, vi assicuriamo che sono pochissime le donne che riescono a raggiungere questa tipologia di orgasmo e, secondo i racconti delle donne stesse, questo orgasmo risulterebbe essere molto più appagante di quello clitorideo.