Sei intimorito dagli omosessuali

Secondo una recente ricerca che è stata pubblicata sul “The Journal of Sexual Medicine” è presente una certa discrepanza fra le attrazioni impulsive che il nostro corpo manifesta in maniera inconscia e i normali atteggiamenti che fanno parte della nostra sessualità.

La ricerca ha dimostrato che tutti quegli individui che hanno mostrato dei comportamenti negativi verso gli uomini gay hanno nel loro sub conscio una inclinazione verso tutte quelle immagini che raffigurano personaggi omosessuali.

Alla University of Geneva, in Svizzera, il dottor Boris Cheval ha spiegato che al giorno d’oggi è praticamente impossibile misurare il livello di attrazione repressa verso gli individui del nostro stesso sesso che fanno scaturire gli atteggiamenti negativi contro i gay.

Sono stati ingaggiati 40 studenti maschi ed eterosessuali al quale è stato chiesto di completare un questionario per cercare di valutare le loro attitudini verso il popolo gay.

Subito dopo è stato chiesto di eseguire un’altro test chiamato “prova del manichino”, questo è stato creato per riuscire a misurare il loro livello di impulsività inconscia verso le immagini omosessuali.

Nel corso del test dovevano far muovere un ‘immagine umana in una direzione o nell’altra in relazione ad uno stimolo che veniva proiettato al centro dello schermo, lo stimolo rappresentava svariate immagini di coppie eterosessuali o omosessuali.

Per finire, sono stati sottoposti a visionare 20 immagini sempre di coppie eterosessuali e omosessuali chiedendo di darne una valutazione da zero a nove dove lo zero rappresentava lo spiacevole in assoluto ed il nove l’assolutamente piacevole.

Oltre questo i soggetti erano muniti di una speciale apparecchiatura atta a misurare per quanto tempo guardassero quell’immagine.

Cheval ha scoperto che gli individui che si soffermavano di più a guardare foto ritraenti coppie omosessuali erano anche quelli col maggior atteggiamento negativo e questo succedeva soltanto in quegli individui che avevano già manifestato una tendenza impulsiva alta nei confronti delle immagini omosessuali.

Al contrario tutti quelli che non guardavano per molto tempo le immagini omosessuali sono risultati essere indifferenti a queste concezioni negative.

Cheval in base alla ricerca ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

I risultati sul tempo di visione delle fotografie permettono di capire perché alcuni (ma non tutti) gli uomini, che dimostravano di essere omo fobici, avevano un interesse sessuale per gli individui dello stesso sesso.

Questo studio fornisce una comprensione migliore dei processi psicologici coinvolti nella elaborazione del materiale erotico gay, da parte di persone che manifestano un alto livello di omofobia, e fornisce una previsione più accurata dei comportamenti sessuali correlati”.

About the author

Tinkers2121s

View all posts